Pensieri di una neo diciottenne

Scarabocchio su questo diario virtuale quello che c'è nella mia testa

R(home) sweet home/ L’abitudine

Lascia un commento

24/08/2013, Rome, Italy

crespelleaglispinaciemozzarelladop

Eccomi qui di nuovo a casa dopo un mese speso a vagabondare per gli Stati Uniti.

Inutile dirvi che è stato un viaggio meraviglio, pieno di esperienze, paesaggi bellissimi e ovviamente tanto shopping, però sono felice di essere tornata a casa…

Mi mancava il mio caffè, la posta sulla mia scrivania la mattina, andare a pranzo dai nonni la domenica, insomma tutte cose che piano piano, giorno dopo giorno, sono andate a creare un pezzettino minimo di quella che sono.

Probabilmente avete intuito che sono una persona abitudinaria, a cui piace fare sempre le stesse cose e che forse non riuscendo ad uscire da questa routine si sta perdendo molto di quello che c’è là fuori; Insomma nella vostra testa si è creata l’immagine di una ragazza spenta, senza gioia, che non riesce a trovare felicità nella vita e non è disposta a rischiare per raggiungerla. Se dovessi allegare un’immagine a questa descrizione sarebbe quella di una ragazza sciatta, con la vestaglia grigia di pile seduta su un divano malandato, in compagnia del suo gatto e una tazza di te a vedere le repliche del suo programma preferito. Beh sappiate che quella ragazza non si avvicina neanche lontanamente a me.

Non sono il tipo di persona che il sabato sera resta a casa, che la mattina mette un tutone grigio per uscire perché tutto quello che ha da comunicare al mondo è il suo vuoto interiore, che quando la saluti ricambia ma senza neanche un sorriso. No, io sono il tipo di persona che saluta con un enorme sorriso anche chi non conosce perché so che tutto ciò può cambiare la giornata, a cui piace il sole ma ancora di più la pioggia perché ci vuole un talento speciale nel trovare qualcosa di bello anche nel grigio delle giornate piovose. A tutti quelli che credono che l’abitudine uccida vorrei dire che forse non sono stati capaci di trovare quella felicità che solo le cose piccole e insignificanti sanno dare, che non hanno saputo dare ad ogni caffè preso alle 7.03 prima di andare a lavoro quella briciola di originalità.

Anche mangiare ogni giorno un piatto di semplici asparagi alla stessa ora può dare felicità basta saper vivere appassionatamente.

Wish you a good night,

D

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...